Crostata light all’olio extra vergine di oliva con frutta fresca

Questa ricetta è nata grazie ad una richiesta fatta da mio figlio Alberto. Qualche mattina fa, appena sveglio lui mi dice: “Mamma, quando mi prepari una bella crostata leggera dove si senta  molto il sapore della frutta?. Me la devi far trovare, però, proprio quando mi sveglio al mattino!”. Al ché ho pensato: “Menomale che la scuola non è ancora iniziata! E visto che, per quanche giorno ancora, sonnecchia fino a tardi, ho accettato la sua richiesta, mettendomi alla ricerca di una buona ricetta di crostata all’olio extra vergine di oliva.

crostata-olio1Di Olio extra vergine di oliva in Puglia ce ne in abbondanza grazie alle grandi distese di alberi di olivo.

crostata-olio9jpgPer non sbagliare sulla scelta dell’olio da utilizzare ho contattato Elisa, una mia amica imprenditrice in questo campo, alla quale ho chiesto che tipo di olio extra vergine si addicesse nella  preparazione dei dolci. La sua risposta simpatica è stata questa: Il  detto dice “olio giovane e vino vecchio” ma per questa esigenza non ti consiglio un olio giovane cioè d’annata, poichè il suo tipico sapore forte e pizzicoso comprometterebbe la riuscita della crostata, per cui bisogna orientarsi su di un olio di un paio d’anni. Dove, quella tipica caratteristica di gusto forte e pungente è ormai svanita, ma conserva sempre le sue  tipiche e salutari caratteristiche. In poche parole il suo sapore al palato risulta  più dolce quindi adatto a tutti i tipi di dolci.

Così, dopo questa interessante lezione, sono andata a colpo sicuro scegliendo l’olio giusto!

crostata-olio4jpgHo impastato la crostata, guarnito la base con la frutta ed infornato il dolce. In cottura il profumo parlava da solo; però doveva superare la prova assaggio di Alberto! Che dire…Un successone! Proprio come la voleva lui.

crostata-olio2A me il risultato è piaciuto veramente molto, infatti da quando l’ha assaggiata Alberto mi fa richiesta di realizzarla con tutti i tipi di frutta; così appena ho un attimo la preparo volentieri con la frutta che ho a disposizione, prugne, pesche, fichi e mele.

Questa ricetta si adatta a tutti i tipi di frutta inoltre, è un ottima alternativa ai classici e noiosi biscotti da latte.

crostata-olio10jpgBuona, sana e ricca  di sapore di frutta fresca!

Potreste approntarla voi per il risveglio del primo giorno di scuola che avverrà a breve per iniziare la giornata con un tocco di dolcezza in più.

Ingredienti.

  • gr 250 di farina 00
  • gr 90 zucchero bianco
  • 90 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 uovo intero
  • un pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino di cremor tartaro o lievito per dolci
  • la buccia grattugiata di un limone intero
  • mezzo cucchiaino di vanglia Burbon
  • frutta a piacere
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • un cucchiaio di farina

Procedimento

In  una grande boulle setacciate la farina, poi, aggiungete lo zucchero bianco, il lievito, la vaniglia , ed il sale, amalgamate bene gli ingredienti secchi dopodichè inserite l’olio, l’uovo e la buccia del limone. Amalgamate bene il tutto ottenendo un impasto liscio e omogeneo.

Importante  dopo aver amalgamato tutti gli ingredienti, se l’impasto risultasse ancora un pò sbricioloso aggiungete pochissimo latte e continuate a lavorare la pasta. Se invece risultasse  troppo morbido unite dell’altra farina. Tutto questo dipenderà dall’olio che state utilizzando.

crostata-olio5-jpgDopo aver fatto riposare per una decina di minuti l’impasto, stendete la pasta per un altezza non superiore al centimetro, dopodichè spolverate la base con un cucchiaio colmo di zucchero di canna e uno di farina ciò servirà a far caramellare e addensare il succo della frutta fresca. Adesso sistemate la frutta di vostro gusto, nel mio caso ho realizzato due varianti una con prugne settembrine e l’altra con le pesche Percoche.

crostata-olio7-jpgcrostata-olio11-jpgInfine spolverate la frutta con due cucchiai di zucchero di canna ed infornate subito a 170 gradi per 30 /40 minuti.

crostata-olio8-jpgCon questa base potete sbizzarrirvi per tutto l’anno.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *