Gamberi rossi di Gallipoli profumati al pesto in carta Fata + idea di fine cena Acqua Profumata

Qualche giorno fa ero in giro per il bellissimo centro storico di Gallipoli, dove nella parte bassa della città,  proprio vicino al castello Angioino, si trova il mercato del pesce fresco. Non amo molto il pesce, lo avete capito penso! I gamberi invece li adoro!

gallipoli-1gamberoni-al-pesto-8Quel giorno erano proprio invitatnti, freschi e rossi, tipici gamberi gallipollini;proprio adatti per questa ricetta, dove, con la cottura in carta Fata vengono esaltati profumi e sapori. Li ho acquistati assieme a dei granchi enormi! Veramente è stato proprio il loro colore elegante ad incuriosirmi, poichè nonostante la loro dimensione, non c’è molto da mangiare, ma in cottura sprigionano molto profumo.

gamberoni-al-pesto-in-carta-fata-1A casa li ho preparati seguendo una ricetta che avevo assaggiato, un pò di tempo fa, in un ristorantino di Civitavecchia. Il cammeriere al tavolo, mi aveva dato poche indicazioni sugli ingredienti del pesto, assaggio dopo assaggio, sono riuscita ad individuarli  tutti.

gamberoni-al-pesto-profumato3Alla ricetta originale ho apportato solo una variazione, il metoto di cottura “ In carta Fata” che conserva a pieno tutte le proprietà organolettiche dei cibi oltre ad esaltarne anche i profumi. Ecco a voi la ricetta di grande effetto e a dir poco squisita!

Ingredienti per il pesto

  • Un ciuffo di prezzemolo
  • uno spicco di aglio
  • un cucchiaino di capperi sott’aceto
  • un’acciuga sott’olio
  • messo succo di limone
  • mezza buccia grattugiata di limone
  • olio evo q.b
  • poco sale, peperoncino
  • un pizzico di zucchero

 Gamberi rossi di Gallipoliper 4 persone

  • 1kg di gamberi
  • carta fata

Procedimento:

In un bicchiere misuratore inserite tutti gli ingredienti per il pesto, frullate tutto con il minipimer e assaggiate dopodichè calibrate il suo sapore aggiungendo, se occorre, più limone, più capperi o più acciuga, emulsionando sempre con un pochino di olio.

gamberoni-al-pesto-5A questo punto il pesto è pronto per la marinatura dei gamberi per un tempo di almeno 2 ore da far fare in frigorifero avendo cura di coprire tutto con la pellicola trasparente.

gamberoni-al-pesto-profumato4Passato questo tempo tagliate un foglio quadrato di carta Fata, sistemandolo  sopra di  un piatto fondo, dopodichè disponete la porzione di gamberi. Il piatto ha la funzione di aiutarvi nella sistemazione del cibo sulla carta Fata e per la chiusura del cartoccio. Secondo le vostre esigenze coreografiche, potete preparare porzioni singole da portare in tavola o preparare un unico cartoccio  da porzionare succesivamente.

gamberoni-al-pesto-7Ora chiudete  le porzioni con i laccetti di raffia o con quelli dati in dotazione nella confezione  e sistematele sulla leccarada del forno. Cuocete  ad una temperatura di 170 gradi in modalità statica.

Consiglio: Le parti della carta non devono venire in contatto con quelle del forno, per cui, se è necessario tagliate un pò di di sbuffo oppure abbassate di un gradino la leccarda.

gamberoni-al-pesto-10Passato il tempo di cottura, servite subito i cartocci direttamente in tavola o nel piatto di portata; un profumo di mare esaltato dal pesto invaderà i vostri sensi olfattivi.

 Idea: Per concludere la serata con un tocco originale e raffinato vi suggerisco di portare in tavola delle coppette di “acqua profumata”, al posto delle classiche salviettine in bustina, servendole direttamente al posto del vostro ospite.Ciò permetterà ai vostri ospiti di fare un piccolo maniluvio senza alzarsi da tavola per alleviare quel disagio delle dita unte e maleodoranti che persiste dopo aver mangiato il pesce.

acqua-profumata-1Facile da prepare ma di grande effetto!

Ingredienti

  • Coppette di vetro
  • acqua q.b
  •  un pizzico di bicarbonato
  • mezza fetta di limone
  •  una foglionila di menta freesca
  •  fiori di lavanda

Dopo aver aggiunto nelle coppoette individuali l’acqua ed il bicarbonato inserite ora le fette di limone la menta ei fiori di lavanda.

acqua-profumata-2L’acqua profumata potete preparala qualche ora prima in questo, modo nelle piccole boulle si trasferiranno tutte l’essenze degli ingredienti scelti.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *