Cottura del riso a vapore senza vaporiera.

 Oggi vi spiegherò come cuocere il riso a vapore senza vaporiera.

Prima di cuocerlo a vapore, il riso a casa mia, lo preparavo nel modo tradizionale, cioè, facevo bollire l’acqua, dopo aggiungevo il sale, poi il riso ed infine lo facevo cuocere per circa quindici venti  minuti.

riso al vapore

Però, devo confessarvi,  mio figlio e mio marito, non è che facessero salti di gioia quando lo servivo in tavola. Tutto è cambiato  da quando lo cucino al vapore.

Infatti, la cottura a vapore oltre a mantere intatte le sue proprietà nutrizionali ed il contenuto di fibra esalta anche  il sapore del chicco.

Poichè ho  fatto diverse ricerche e combinato le varie tecniche, sono riuscita così, a trovare il metodo giusto per questa cottura. Se ancora cuocete il riso nel modo tradizionale, vi invito vivamente a provare questa tecnica. Rimarrete di sicuro soddisfatte.

Ingredienti:

  • Riso (Basmati, Thaibonnet o altro)
  • sale
  • acqua

Procedimento
Prendete il riso, io prediligo quello Thaibonnet o Carnaroli.

Sciaquaretelo più volte se lo gradite abbastanza sgranato, tre volte, oppure, se vi piace più colloso lo sciaquate solo una volta.

Dopo aver fatto ciò, trasferitelo in un tegame e pareggiatelo con le mani, poi, aggiungete l’acqua molto lentamente nella misura in cui supera il riso di due centrimetri.

Mancì la mia amica cinese, mi ha dato, invece, questa indicazione (che ho sperimentato) poggiate la mano sul riso con il palmo in giù, versate l’acqua e  solo quando  il liquido sfiora la superficie  del mignolo fermatevi; quella è la misura giusta. Però dalle mie sperimentazioni sono venuta alla conclusione che i due centimetri di acqua sono perfetti.Tuttavia i due metodi vanno bene ugualmente.

Aggiungete adesso due pizzichi di sale e mescolate con una spatola.

Sistemate il tegame sul gas con una fiamma media, da quando il riso inizia a bollire, dovrete contare circa 7/10 minuti, affinchè assorba tutta la sua acqua. Spegnete subito il gas e coprite il tegame con un canovaccio e poi nuovamente con il suo coperchio.

Il tessuto servirà ad assorbire l’umidità in eccesso.

Lasciate riposare così per circa quindici minuti, passato questo tempo, scoprite e iniziate a sgranare il riso con una forchetta.

Noterete che il riso sprigionerà un profumo gradevolissimo.

Trasferitelo in una ciotola da riso e gustatelo con verdure o carne.

Cotto in questo modo è squisito anche bianco.

Fatemi sapere cosa ne pensate.

22 thoughts on “Cottura del riso a vapore senza vaporiera.

    • Ciao Sara,
      Il farro non l’ho mai cotto in questo modo.
      Prova a cuocere quello precotto che ha un tempo di cottura di circa 8 minuti, però sciacqualo prima.
      Fammi sapere.
      A presto
      Pamela

    • Ciao Katiuscia,grazie per la visita.
      Cotto in questo modo il riso può diventare anche la baseper ottime insale.
      Presto pubblicherò una ricetta per condirlo.
      A presto pamela

  1. ciao.
    ho provato il tuo metodo con ilbasmati.
    purtroppo mi è venuto scotto e colloso. cottura 7 minuti.
    nella ricetta che hai esposto non è chiaro quanto è lo strato di riso… 1, 2, 3 cm? ho interpretato che durante la cottura va messo il coperchio anche se non è chiaramente specificato.

    • Ciao,
      lo strato di riso può essere uno o più centimetri non ha importanza.
      Dopo averlo sciacquato due o tre volte,scolalo, trasferiscilo in una casseruola di acciaio,dopo, pareggialo con le mani uniformemente.
      A questo punto versa sopra l’acqua,lentamente, che dovrà alzarsi dal riso di due centrimetri(non di più).
      Fai prendere il bollore con il coperchio e a fiamma moderata; appena inizia a bollire scosta di poco il coperchio altrimenti sbolle la schiuma e aspetta che il riso abbia assorbito tutta l’acqua,passeranno circa 8/ 9 minuti,dopodichè, spegni il gas e copri con un canovaccio e con il coperchio.Aspetta 15 minuti,passato questo tempo puoi sgranare il riso che avrà una cottura al punto giusto.
      Fammi sapere come và questa volta.Io cuocio il Basmati, il riso Thai e il cannaroli in questo modo ed è perfetto.
      Provaci ancora e fammi sapere
      Pamela

    • Ciao Evelina,non ho provato con altri cereali ,magari puoi tentare con quelli a cottura veloc di 15 minuti.Io cuocio il riso thai, il carnaroli o altro e anche quello per insalate.Viene al dente al punto giusto e saporitissimo. PA A presto pamela

  2. Ciao Pamela, questa tecnica mi incuriosisce molto….ma ho una domanda. Quando metti la pentola sul fuoco e fai cuocere per 7/10 minuti, non c’è il rischio che il riso si “attacchi” sul fondo della pentola se non lo mescoliamo durante la cottura? Grazie ;)

    • Ciao,
      vai tranquilla il riso non si attacca.Devi girare il riso dopo che hai aggiunto i 2 centimetri di acqua e lo hai salato,dopodochè,mettilo sul gas a fuoco medio.Quando inizia a bollire scopri appena il coperchio e fai passare 5 minuti.Dopo questo tempo, rimani vicino la pentola in modo da controllare l’assorbimento di tutta l’acqua (sentirai che il fondo non bolle più).Spegni il gas e copri la pentola con un cannovaccio o tovagliolo e ancora con il suo coperchio. Fai passare 15 minuti,dopodichè sgrana il riso. Il sapore è buonissimo…Garantito.
      Avrei piacere sapere, se provi questa cottura, di sapere se ti è piaciuto il risultato.
      A presto Pamelaq

  3. Ho preparato oggi del riso Basmati con questa tecnica. E’ ottimo! Grazie per questo suggerimento! Vorrei fare un post con il mio risultato, nel quale ovviamente ti ringrazio pubblicamente e metto il link a questo tuo post. Posso?? Grazie ancora, a presto!

  4. Ciao Lorenzo, grazie per la visita e per il nome del metodo italiano.Io nella mia sperimentazione ho combinato più metodi , trovando questo sistema di misurare la parte liquida ottimale.Quello alla pilota non prevede la misurazione dell’acqua attraverso la piramide di riso?Pamela

  5. Ho appena fatto il riso secondo il tuo metodo….. perfetto! Davvero buono e semplice da cucinare. Io ho provato col riso integrale ed è buonissimo ;-)

    • Grazie Antonio per la visita.Sono molto contenta che tu abbia trovato questo metodo valido.Prova anche a cuocere il riso Thaimbonet a grana lunga e profumato e vedreai il successo.Pamela

  6. Pingback: Bocconcini di pollo all’arancia | Fashion Food Design

  7. Non vedo l’ora di vedere come viene, l hai spiegato davvero benissimo! Trovo che il tuo metodo sia migliore! Grazie mille

  8. intanto complimenti!! la spiegazione è ottima e lo farò al più presto…
    ma nel caso ne avanzasse… come e per quanto lo posso conservare?
    grazie mille!

    • Ciao Lisa,
      Grazie per i complimenti!Il riso cotto in questo modo lo puoi tenere in un contenitore per non più di due giorni in frigorifero.Oppure puoi preparare delle insalate di riso.Il prossimo post è dedicato ad una ricetta come condirlo.
      A presto Pamela

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>