Le gelatine di Alberto con Agar Agar

Le gelatine sono quelle caramelle morbide alla frutta.

Per questa ricetta ho coinvolto mio figilo Alberto di quasi otto anni.

Era eccitatissimo all’idea di doverle preparare lui ed essere il protagonista di questo post, infatti, quando gliel’ho proposto è andato subito a prendere il grembiule con il suo nome.

Appena lo ha indossato mi ha detto: “dai, mamma mettiamoci al lavoro, oggi  è una delle giornate più belle della mia vita”

La ricetta è molto semplice, realizzata con l’Agar Agar, un’ alga giapponese con un potere addensante e gelatificante molto più forte dela colla di pesce, inoltre, la sua natura è vegetale mentre la colla di pesce no.

Il risultato è bellissimo il sapore, invece, non mi ha convinto manca quella gommosità che tutte le gelatine, prodotte industrialmente, hanno.

Il suo gusto è molto simile a quello dell’aspic, una ricetta che comunque vi consiglio per far divertire i vostri piccoli, oppure preparare dei piccoli aspic dolci da utilizzare come guarnizione o  come segna posto.Ingredienti

  • 300 ml di succo di arancia
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 300 ml di sciroppo di amarena già misclato con acqua.
  • 2 cucchiaini pieni di polvere di agar agar per succo

Procedimento:

In due pentolini distinti versate il succo di arancia e lo sciroppo di amarena diluito con acqua (io ho utilizzato Amarena Fabbri).

Aggiungete lo zucchero e portate i liquidi a bollore, a questo punto aggiungete l’agar agar, mescolate bene e continuate la cottura per due minuti.

Togliete dal fuoco e versate il composto negli stampini.

Dopo due ore le gelatine sono pronte, prima di servirle potete farle ruotare nello zucchero semolato, Alberto ha voluto presentarle così perchè gli è piaciuto l’aspetto lucido.

Se dopo le due ore le gelatine non risultassero sode, potete tranquillamente rimettere tutto sul fuoco ed aggiungere acora un pochino di Agar Agar, al contrario, se fossero troppo dure aggiungete un pò d’acqua .Facile no?

                                                                             Lo Chef si riposa

Potete utilizzare qualsiasi tipo di  succo, basta aggiungere lo zucchero  e un pò di fantasia.

Buon divertimento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *